9.3 C
Milano
martedì, Dicembre 6, 2022
- Advertisement -Newspaper WordPress Theme
DigitalLanding page: cos'è e come realizzarla per generare conversioni

Landing page: cos’è e come realizzarla per generare conversioni

Cos’è una landing page

Quando parliamo di marketing online è facile imbattersi in termini tecnici, e sicuramente vi sarà capitato di incontrare la parola “landing page”.
Ma cos’è una landing page?
Una landing page (la cui traduzione è “pagina d’atterraggio”) è una pagina web indipendente su cui i visitatori, potenziali clienti, possono “atterrare” attraverso un click su un link contenuto in una e-mail, o in un annuncio o tramite un link promozionale.

Lo scopo principale della landing è raccogliere delle informazioni dagli utenti, ma per ottenerle in cambio bisogna offrire loro qualcosa di valore, come un coupon sconto o approfondimenti business-to-business (B2B) sotto forma di white paper.

Le landing page sono diverse dalle altre pagine web di un sito web, hanno uno scopo specifico in un preciso momento di una campagna pubblicitaria per un pubblico mirato.
La homepage di un sito web di solito fornisce una panoramica generale dell’azienda. Ma se avete un obiettivo specifico e a breve termine, non basta, occorre realizzare una landing page. Poiché le landing page sono progettate per un pubblico specifico, offrono l’opportunità di convertire i visitatori in clienti effettivi.

Le landing page sono ideali per le campagne pubblicitarie digitali, ma possono anche essere strumenti utili quando si inserisce un codice QR sul materiale di marketing stampato che porta a una specifica pagina. L’obiettivo di una landing page è la conversione dei visitatori, quindi è uno strumento essenziale per tutti i tipi di campagne di marketing.

Una volta che l’utente si trova sulla vostra landing page, viene incoraggiato a compiere un’azione (call to action), che può essere un iscrizione, un download o l’acquisto dei vostri prodotti/servizi. Se l’utente compie l’azione specifica desiderata, allora la vostra landing page è riuscita nell’intento di convertire.
In genere, le landing page incoraggiano gli utenti a compiere solo una di queste azioni, e sapete perché?
A causa di quello che i ricercatori chiamano il “paradosso della scelta“. In poche parole, significa che più opzioni si offrono alle persone, più è difficile per loro prendere una decisione e di conseguenza agire.

Immaginate che il vostro obiettivo sia offrire un ebook gratuito, ma nella vostra pagina di destinazione invitate gli utenti anche a visitare il blog, ad acquistare un prodotto e a visitare le vostre pagine social. In questo modo avrete ridotto le possibilità che gli utenti scarichino il vostro nuovo ebook in quanto avete distolto la loro attenzione dal vostro obiettivo primario.
Inoltre, un numero eccessivo di scelte può sopraffare gli utenti, inducendoli a bloccarsi e a non intraprendere alcuna azione. Ecco perché è fondamentale concentrarsi su un’unica chiamata all’azione (CTA) piuttosto che su tre o quattro.

Cosa rende una home page diversa da una landing page?

Ci sono alcuni elementi che differenziano le homepage dalle landing page. Le homepage hanno:

  • Più link. In una tipica homepage si trovano almeno 10 link. Spesso c’è un menu di navigazione in alto, link nel footer e molti altri nel contenuto della pagina. In una landing page ben ottimizzata, invece, di solito si trovano meno link, a volte uno solo, ed è quello a svolgere la conversione.
  • Call to Action più ampie. L’homepage introduce la vostra attività ed è il punto di partenza da cui gli utenti possono navigare ed arrivare a più pagine del sito. Il suo contenuto è spesso ampio e presenta CTA meno specifiche (ad esempio “per saperne di più”). Poiché le landing page hanno un solo obiettivo, hanno CTA personalizzate (ad esempio, “scarica il nostro ebook gratuito”).
  • Un pubblico e scopi diversi. Molte delle persone che visitano la vostra homepage probabilmente non hanno ancora deciso cosa vogliono. Invece, gli utenti che finiscono sulle vostre landing page, hanno già mostrato interesse per ciò che offrite. Si sono avventurati più a fondo nel vostro customer journey e sono più pronti a convertirsi in clienti.

2 tipi principali di landing page

Le landing page non sono tutte uguali. In base alla funzione che svolgono, si suddividono in due grandi categorie: quelle che generano lead e quelle che indirizzano gli utenti al passo successivo.

Lead generation landing page

Conosciute anche come pagine “lead gen” e “lead capture“, questo tipo di landing page si concentra sulla raccolta dei dati dei lead. In altre parole, raccoglie informazioni sui vostri clienti.

La caratteristica principale di una pagina di lead capture è un modulo che funge da CTA. In cambio di un prodotto o di un servizio, chiede agli utenti dati come nome, indirizzo e-mail e numero di telefono. Si possono anche chiedere dettagli più specifici, come le fasce d’età o i titoli di lavoro. In questo modo è possibile contattare i lead e coltivare il loro interesse per la propria attività.

Questi dati raccolti possono essere un utile strumento per il marketing. Una volta conosciute le informazioni sui vostri contatti potrete effettuare un marketing mirato concentrando i vostri sforzi sulle persone che hanno maggiori probabilità di essere convertiti. Ciò può aumentare il ritorno sull’investimento (ROI), soprattutto se si effettuano campagne pubblicitarie a pagamento.

In questo modo, i dati acquisiti dalle landing di lead generation contribuiscono a migliorare la strategia di marketing e a renderla più efficiente. Vi permettono di adattare gli annunci al vostro pubblico di riferimento, e di non spendere soldi in pubblicità per i visitatori non propensi ad essere convertiti.

Quindi le landing page lead generation sono un bene prezioso per la vostra azienda, perché forniscono informazioni su chi sono i vostri potenziali clienti e come raggiungerli.

Click-through landing page

A differenza delle landing di lead gen, che utilizzano i moduli per raccogliere informazioni, i punti focali delle landing page click-through sono i pulsanti CTA. Facendo click sul pulsante, gli utenti vengono reindirizzati su una pagina in cui possono completare l’azione desiderata.

Ad esempio, un pulsante che dice “prenota una demo” potrebbe portare l’utente a una pagina di prenotazione, “ordina X ora” reindirizzerebbe su una pagina di pagamento e così via.

Spesso le click-through landing page si trovano sui siti e-commerce o su altri siti che si concentrano maggiormente sulla realizzazione immediata di vendite piuttosto che sulla raccolta di informazioni.

Oltre al pulsante CTA, queste landing page generalmente contengono informazioni persuasive come dettagli del prodotto o le testimonianze degli utenti, con lo scopo di incuriosire ulteriormente i potenziali clienti.

L’importanza e i vantaggi di una landing page

Le landing page sono diverse dalle altre pagine del sito perché si concentrano su obiettivi specifici e a breve termine, in modo da ottenere i risultati desiderati.
Oltre ad aumentare le conversioni, a migliorare le campagne pubblicitarie a pagamento e a fornire nuove informazioni sul pubblico, le landing page possono:

  • Aumentare la vostra credibilità – Gli utenti di solito apprezzano un messaggio chiaro e semplice che spiega il valore di ciò che state offrendo. A questo proposito è possibile inserire testimonianze sul vostro prodotto o servizio, che rappresentano un elemento di social proof. È dimostrato che il social proof aumenta le conversioni.
  • Rafforzate il vostro marchio – Avete già lavorato per costruire un marchio digitale, quindi utilizzate ciò che avete imparato per rafforzarlo. Avere un marchio chiaro e forte comporta diversi vantaggi. Una forte identità del marchio può aiutare gli utenti a ricordarsi di voi in futuro o a consigliarvi ai loro amici.
  • Generare contatti – Entrambi i tipi di landing page possono generare lead e aumentare le vendite. Le landing page sono più mirate e consentono di concentrarsi sui tassi di conversione. Su queste pagine potete evidenziare le caratteristiche dei prodotti e servizi offerti, e vendere di più ad un pubblico mirato, che è già interessato a ciò che vendete.
  • Aumentare il traffico – Anche se la generazione di lead non è il vostro obiettivo principale, con una landing page potete comunque aumentare il traffico del sito web, consentendo ai potenziali clienti di saperne di più sulla vostra attività. Quando le landing page sono ottimizzate per la SEO, possono indirizzare ulteriormente il traffico organico ed aumentare il potenziale di conversione.

È chiaro che le landing page sono essenziali per la vostra strategia di marketing, e più landig page sono ottimizzate, meglio è.
Ma a questo punto ci poniamo due domande: come devono essere ottimizzate e per cosa devono essere ottimizzate?

16 migliori pratiche per le landing page

È importante progettare le landing page con una pratica nota come ottimizzazione per i motori di ricerca (SEO). In questo modo le vostre pagine saranno più visibili nei risultati di ricerca organici, il che può contribuire ad aumentare il traffico e le conversioni.

Ecco 16 best practice per le landing page che vi permetteranno di incrementare la SEO e di ottimizzarle per le conversioni:

1. Puntate su long-tail keywords

Si tratta di parole o frasi chiave altamente specifiche che tendono ad avere 4 o più parole. Ad esempio, “i migliori consigli di copywriting per le landing page” è una frase long-tail keywords, a differenza della parola chiave molto più breve “landing page”.
Di norma, è molto più facile posizionarsi per le long-tail keywords che per le short-tail keywords, perché le long-tail keywords sono meno competitive. Inoltre, poiché le landing page presentano CTA molto specifiche, è facile posizionarvi naturalmente con le long-tail keywords.

2. Segmentate il traffico

È probabile che il vostro pubblico di riferimento sia composto da più di una persona.
Ad esempio, se vendete bottiglie d’acqua riutilizzabili, vorrete rivolgervi a diversi tipi di acquirenti: atleti, viaggiatori, escursionisti e così via. Poiché queste tipologie di acquirenti sono diversi, avrete bisogno di diversi approcci per attirarle.
Considerate la possibilità di creare landing page separate per ogni segmento di pubblico, quindi ricercate le parole chiave che ogni tipo di persona utilizzerebbe per trovare ciò che offrite. Se segmentate il traffico, potrete aumentare la vostra visibilità nei motori di ricerca e adattare il vostro messaggio a persone con esigenze diverse.

3. Migliorate la velocità di caricamento delle pagine

È difficile catturare l’attenzione di un potenziale cliente quando ci sono tante altre aziende competitor. Gli utenti possono essere impazienti e facilmente distratti, quindi se la vostra landing page si carica lentamente, le possibilità di conversione diminuiscono.
Per mantenere un alto tasso di conversione, le landing page devono caricarsi alla velocità della luce. Fortunatamente, poiché hanno un solo scopo, è facile ottimizzarle. Ridurre le dimensioni delle immagini è solo uno dei modi per accelerare la velocità di caricamento della pagina.

4. Guadagnate backlink

I backlink sono link si altri siti web che rimandano al vostro. Inviano traffico alle vostre pagine di destinazione, agendo essenzialmente come voto di fiducia agli occhi dei motori di ricerca. Quando provengono da siti web affermati e di grande autorevolezza, i backlink dimostrano che il contenuto della vostra pagina è di valore. Di conseguenza, il posizionamento del vostro sito nelle pagine dei risultati dei motori di ricerca salirà.
Prendete in considerazione l’idea di contattare altri siti web per ottenere opportunità di guest posting per creare backlink, ma fate attenzione a quelli che richiedono un pagamento: Google non vede di buon occhio schemi di link-building di questo tipo.

5. Rendete i vostri contenuti condivisibili

Ricordate che tutti i vostri potenziali clienti sono collegati ad altre persone che potrebbero desiderare ciò che avete da offrire. Se permettete loro di condividere le vostre landing page, potete attingere a reti più ampie. Oltre a portare più contatti sulla vostra pagina, questo traffico aggiuntivo aumenterà il vostro posizionamento sui motori di ricerca.

6. Scrivete un titolo accattivante

Attirate gli utenti con un titolo intrigante e ben scritto. Potete attirare l’attenzione con parole chiave specifiche come “gratis” o “ora”. Abbinate un titolo accattivante a un copywriting efficace per far rimanere gli utenti sulla pagina abbastanza a lungo da convertirli.

7. Il titolo H1 deve corrispondere al meta-titolo che gli utenti hanno cliccato per arrivare alla vostra landing page

Questo rassicura gli utenti sul fatto che sono atterrati nel posto giusto. Sia i lettori che i motori di ricerca, tendono a considerare i meta titoli imprecisi come ingannevoli e fuorvianti.

8. Cercate di posizionare le CTA sulla metà superiore della prima pagina

La CTA dovrebbe essere uno dei primi elementi del sito che i visitatori vedono. Purtroppo, questo non è sempre possibile, soprattutto quando si progetta per gli utenti mobile. In questi casi, fate riferimento al suggerimento n. 4.

9. Utilizzate indicazioni direzionali per guidare gli utenti verso la CTA

Un buon esempio sono le frecce o l’immagine di una persona che guarda verso la CTA. Questo è particolarmente importante se la CTA non si trova in alto alla pagina. Gli indizi posizionati correttamente incoraggiano i visitatori a scrollare la pagina, a continuare a leggere e a convertire.

10. Mostrate un video sul prodotto o servizio in uso

Un video o una demo del prodotto possono fornire un approfondimento, soprattutto se si offre qualcosa di poco comune o poco conosciuto. Queste informazioni aiuteranno anche i potenziali clienti ad immaginarsi mentre utilizzano il vostro prodotto o servizio.

11. Fornite una social proof

Avete testimonianze di clienti soddisfatti? Se sì, includetele nel testo della vostra landing page. Se il vostro prodotto o servizio è popolare, potete anche indicare quante persone hanno già usufruito della vostra offerta. Leggi qui per scoprire come chiedere recensioni ai vostri clienti

12. Usate i punti elenco

È probabile che la vostra offerta presenti più di una caratteristica o di un vantaggio, quindi elencateli utilizzando gli elenchi numerati o i punti elenco. Questo metodo è più adatto ai lettori, perché è più facile da visualizzare rispetto ad un grande blocco di testo.

13. Ripetete le CTA

Se la vostra pagina è ricca di testo, può essere utile posizionare la CTA all’inizio e alla fine, e persino al centro. Presentare ai lettori un maggior numero di opportunità di conversione aumenta le loro possibilità di azione, ma fate attenzione a non esagerare.

14. Fornite le vostre informazioni di contatto

Dare ai vostri contatti la possibilità di contattarvi per domande o dubbi li metterà a proprio agio. Fornire i vostri dati di contatto è un segno di legittimità, che indica ai clienti che siete a disposizione per aiutarli in caso di necessità.

15. Trasmettete il vostro messaggio tramite video

Non tutti si soffermeranno a leggere il testo delle landing page, ed è per questo che l’inserimento di video sono una pratica sempre più diffusa. Questo però non significa che il sito web debba essere privo di testo. Abbinare il testo ai contenuti video può essere un modo efficace per catturare e mantenere l’attenzione degli utenti. Poiché molti utenti non attivano l’audio, è bene includere i sottotitoli, quando possibile.

16. Testate diverse varianti delle vostre pagine

Titoli, immagini, inviti all’azione e altro ancora possono produrre risultati diversi. Effettuate dei test A/B per sperimentare le varianti delle vostre pagine di destinazione e vedere quali sono quelle che funzionano meglio. Questo può aiutarvi ad ottimizzare le vostre pagine di destinazione ed ottenere il massimo successo.

Domande frequenti

Perché ho bisogno di una landing page?

Le landing page possono aiutarvi ad attirare nuovi clienti attraverso campagne pubblicitarie digitali efficaci. Con una landing page dedicata per ciascuna delle vostre campagne, potete indirizzare efficacemente ogni segmento di clientela per aumentare le conversioni e la generazione di lead.
Le landing page sono più mirate rispetto alle altre pagine di un sito web e vi permettono di fornire informazioni dettagliate su una determinata offerta. Con una solo call to action ed un’unica offerta, riuscirete ad evitare distrazioni.

Cosa deve includere una landing page?

Le landing page efficaci devono includere questi elementi:

  • Un titolo
  • Descrizione dell’offerta
  • Immagini e video di supporto
  • Social Proof sotto forma di testimonianze o recensioni
  • Un modulo dedicato per l’acquisizione dei dati dei clienti

L’importanza di creare landing page uniche

Poiché aiutano a convertire i lead in clienti paganti, le landing page rappresentano una parte fondamentale della strategia di marketing digitale. Ciascuna rappresenta un’opportunità e non c’è limite al numero di landing che un sito web può avere.

La maggior parte degli studi dimostra che più pagine di destinazione ha un sito web, più conversioni ottiene, a patto che queste non siano in concorrenza tra loro. Per assicurarvi che le vostre landing page non siano in concorrenza tra loro, fate in modo che ognuna si rivolga a un target diverso o che incoraggi gli utenti a compiere un’azione diversa.

Ora che sapete cosa sono le landing page e come renderle efficaci, non vi resta che crearne una vostra ed iniziare a convertire!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Iscriviti Oggi

Tutorial Sulla seo

Aggiornamenti sul Digital

Instagram,facebook,linkedin

Ottieni Contenuti Esclusivi con la nostra newsletters

Ultimi Contenuti

- Advertisement -Newspaper WordPress Theme

Articoli più letti

More article

- Advertisement -Newspaper WordPress Theme