Che cos’è la SEO Off-Page? | Web Agency Roma | Consulente SEO | Prisma Solution

Che cos’è la SEO Off-Page?

  • Condividi:

La SEO Off-Page si riferisce alle tecniche che è possibile utilizzare per migliorare la posizione di un sito Web nella pagina dei risultati del motore di ricerca (SERP). Molte persone associano SEO off-page alla costruzione di link, ma non è solo questo.

In generale, la SEO Off-Page ha a che fare con metodi di promozione – al di là della progettazione di siti Web – con lo scopo di classificare un sito Web più in alto nei risultati di ricerca.

Prendiamolo dall’inizio …

Che cos’è la SEO?

Ottimizzazione dei motori di ricerca è il termine usato per descrivere una serie di processi che mirano a ottimizzare un sito Web per i motori di ricerca. (vedi anche che cos’è la SEO e definizione di Ottimizzazione SEO)

La SEO è importante non solo per ottenere visitatori di alta qualità dalla ricerca, ma è anche un modo per migliorare la facilità d’uso del tuo sito Web e aumentarne la credibilità.

I motori di ricerca utilizzano algoritmi complessi per determinare quali pagine includere nel loro indice e l’ordine in cui mostrano queste pagine nei risultati di ricerca.

La SEO è il modo di “parlare” ai motori di ricerca in una lingua che possono comprendere e fornire loro maggiori informazioni sul tuo sito web.

SEO ha due componenti principali, On Page e Off Page SEO.

SEO On-Page

SEO On-Page si intende le impostazioni che è possibile applicare sul tuo sito Web in modo che sia ottimizzato per i motori di ricerca.

I più importanti suggerimenti SEO sulla pagina sono:

  • Avere titoli e descrizioni ottimizzati
  • Strutture URL appropriate
  • Navigazione intuitiva (breadcrumb, sitemap utente)
  • Link interni ottimizzati
  • Formattazione del testo (uso di grassetto, corsivo, ecc.)
  • Tag H1 correttamente ottimizzato e altre intestazioni
  • Ottimizzazione dell’immagine (dimensione dell’immagine, nomi dell’immagine adeguati, uso del testo ALT )
  • 404 pagine intuitive
  • Caricamento rapido delle pagine
  • Pagine ottimizzate per dispositivi mobili
  • Contenuti freschi di alta qualità (questo è sempre il fattore SEO più importante!)
  • Collegamenti esterni (nessun collegamento interrotto o collegamenti a siti “non validi”)

Puoi trovare maggiori dettagli su tutti i suggerimenti sopra riportati nell’articolo Suggerimenti SEO per principianti .

Off Page SEO

Off Page SEO
Off Page SEO

A differenza del SEO on-page, il SEO off-page si riferisce ad attività che puoi svolgere al di fuori dei confini del tuo sito web. I più importanti sono:

  • Costruendo collegamenti
  • Social media marketing
  • Menzioni del marchio

Esamineremo questi in dettaglio di seguito, ma prima, lasciami spiegare l’importanza e i vantaggi del SEO off-page.

Perché il SEO off-page è importante?

I motori di ricerca hanno cercato per decenni di trovare un modo per restituire i migliori risultati al ricercatore.

Per raggiungere questo obiettivo, tengono conto dei fattori SEO in loco (descritti sopra), di alcuni altri fattori di qualità e di SEO off-page.

La SEO off-page fornisce loro un’ottima indicazione su come il mondo (altri siti Web e utenti) percepisce quel particolare sito web.

Un sito Web di alta qualità e utile ha maggiori probabilità di avere riferimenti ( backlink ) da altri siti Web.

È più probabile che abbia menzioni del marchio sui social media (Mi piace, tweet, pin di Facebook, ecc.) Ed è più probabile che venga aggiunto ai segnalibri e condiviso tra le comunità di utenti con idee simili.

Quali sono i vantaggi del “SEO off-site” per i proprietari di siti Web?

Una strategia SEO off-site di successo genererà i seguenti vantaggi per i proprietari di siti Web:

Aumento delle classifiche – Il sito Web si posizionerà più in alto nelle SERP e questo significa anche più traffico.

Aumento del PageRank – Il ranking della pagina è un numero compreso tra 0 e 10 che indica l’importanza di un sito Web agli occhi di Google.

È il sistema inventato da Larry Page e Sergey Brin (fondatori di Google) e uno dei motivi per cui Google ha avuto così tanto successo nel mostrare i risultati più pertinenti al ricercatore.

Il ranking della pagina oggi è solo uno dei 250 fattori di classificazione utilizzati da Google per classificare i siti Web.

Maggiore esposizione – Classifiche più alte significano anche maggiore esposizione perché quando un sito Web si posiziona nelle prime posizioni: ottiene più collegamenti, più visite e più menzioni sui social media. È come una sequenza infinita di eventi in cui una cosa porta a un’altra e poi a un’altra ecc.

Stabilire l’affidabilità – Oltre a quanto sopra, Google ha recentemente introdotto il concetto di competenza, autorità e affidabilità (EAT), che svolge un ruolo importante nelle classifiche ed è direttamente correlato al SEO off-site.

In termini semplici, Google vuole classificare i siti Web che dimostrano competenza e autorità su un argomento e uno dei modi per garantire che i siti Web acquisiti dagli algoritmi siano  affidabili , è attraverso il numero il tipo di link in entrata.

Ad esempio, se vuoi essere percepito come un esperto in materia, non è sufficiente dirlo, ma altri siti Web correlati dovrebbero essere d’accordo e questo viene espresso attraverso collegamenti che puntano al tuo sito Web.

Per maggiori informazioni leggi: Differenza tra SEO on-site e off-site

Costruendo collegamenti

Il link building è la tecnica SEO off-page più popolare ed efficace. Fondamentalmente, costruendo collegamenti al tuo sito Web, stai cercando di raccogliere il maggior numero di “voti” che puoi, in modo da poter bypassare i tuoi concorrenti e posizionarti più in alto.

Ad esempio, se a qualcuno piace questo articolo e lo fa riferimento dal suo sito Web o blog, allora è come dire ai motori di ricerca che questa pagina contiene buone informazioni.

Nel corso degli anni i webmaster hanno cercato di creare collegamenti ai loro siti Web per ottenere classifiche più elevate e hanno “inventato” una serie di modi per aumentare il conteggio dei collegamenti. I modi più popolari erano:

Blog Directories – qualcosa come pagine gialle ma ogni voce aveva un link che punta a un sito web.

Firme del forum – Molte persone hanno commentato i forum al solo scopo di recuperare un collegamento al loro sito Web (includendo i collegamenti nella loro firma).

Link per i commenti : lo stesso concetto delle firme dei forum in cui commenteresti su un altro sito Web o blog per recuperare un link. Ancora peggio, invece di usare il tuo vero nome potresti usare parole chiave, quindi invece di scrivere “commenta Alex Chris”, hai scritto “commenta secondo le regole SEO”.

Directory degli articoli – Pubblicando i tuoi articoli nelle directory degli articoli potresti ottenere un link (o 2) al tuo sito web.

Alcune directory di articoli hanno accettato solo contenuti unici mentre altre directory hanno accettato di tutto, dagli articoli di spin agli articoli già pubblicati.

Directory dei contenuti condivisi : siti Web come “pagine hub” ti hanno permesso di pubblicare contenuti e, in cambio, potresti aggiungere un paio di link che rimandano ai tuoi siti web.

Schemi di scambio di link – Invece di provare a pubblicare contenuti potresti entrare in contatto con altri webmaster e scambiare link. In altre parole, potrei collegare il tuo sito Web dal mio e tu potresti fare lo stesso.

In alcuni casi potresti persino fare scambi più complicati facendo un collegamento a 3 vie: io collego al tuo sito Web dal mio sito Web ma tu colleghi al mio sito Web da un sito Web diverso.

Si noti che ho usato il passato per descrivere tutti i metodi di cui sopra perché non solo non funzionano oggi, non dovresti nemmeno provarli.

Se si tenta di “ingannare” i motori di ricerca per creare collegamenti artificiali, è più probabile che si ottenga una penalità piuttosto che un aumento delle classifiche (soprattutto quando si tratta di Google).

La nascita del SEO black hat

La creazione di link è stata un modo semplice per manipolare gli algoritmi dei motori di ricerca e molti spammer hanno cercato di trarne vantaggio costruendo reti di link che portano gradualmente alla creazione di ciò che è generalmente noto come black hat SEO.

Google è diventato molto intelligente nel riconoscere le tecniche del cappello nero e con il rilascio di numerosi aggiornamenti algoritmici, è riuscito a controllare il problema e proteggere i risultati di ricerca dagli spammer.

I più importanti sono:

  • Panda – Pubblicato inizialmente nel febbraio 2011, destinato a siti Web e fattorie di contenuti di bassa qualità
  • Penguin – Introdotto nel 2012, destinato a farm di link, link di bassa qualità e testo di ancoraggio ottimizzato

Per “seguire” o “nofollow”

Oltre a quanto sopra e al fine di fornire ai webmaster un modo per collegarsi a un sito Web senza passare alcun “link juice” (ad esempio nel caso degli annunci pubblicitari), i motori di ricerca hanno introdotto il cosiddetto ” link nofollow “

Questo è un tag speciale che puoi aggiungere a un link che dice ai motori di ricerca di non contare quel particolare link come un “voto di fiducia” sul sito web di riferimento. Per esempio:<a href="http://www.somesite.com" rel="nofollow">Some Site</a>

Questo è stato fatto in modo che tu possa collegarti ad altri tuoi siti web senza correre il rischio di essere scoperto per la vendita o lo scambio di link.

Come regola generale, dovresti aggiungere il tag nofollow su tutti i tuoi link esterni (all’interno delle tue pagine) che vanno ai siti web di cui non ti puoi fidare al 100%, a TUTTI i tuoi link di commento, a TUTTI i tuoi link di blogroll e a TUTTI i link di annunci banner .

Qual è un buon collegamento?

Quindi, se i collegamenti sopra non sono utili, qual è un buon collegamento?

Innanzitutto, dovresti capire che la costruzione di link non è solo una questione di quantità, ma anche di qualità .

In altre parole, non importa più quanti link puntano al tuo sito web, ma è più importante da dove provengono questi link.

Ad esempio, un link di un normale blog non ha lo stesso “valore” di un link del New York Times o un link del blog di Matt Cutts (ex capo del team di Google Quality) non è lo stesso di un link del mio blog .

Buoni collegamenti provengono da siti Web correlati e attendibili e hanno un testo di ancoraggio rilevante .

La domanda ovvia è: come si ottengono questi collegamenti?

Se chiedi a Google ti diranno che qualsiasi link che rimanda al tuo sito web deve essere naturale. I collegamenti naturali sono esattamente ciò che implica il loro nome. Al proprietario di un sito Web o blogger piace un altro sito Web o blog e naturalmente aggiunge un link al suo blog.

Succede in realtà o è un altro mito?

Certamente, ma devi sforzarti molto per arrivare a questo punto. Prendi ad esempio questo blog. Ha molti link in entrata perché altri webmaster trovano interessanti i contenuti e anche i link ad altri siti nei miei articoli perché trovo interessanti i loro contenuti.

Questo è ciò che riguarda la costruzione di link naturali. Un collegamento ha più valore dal punto di vista del lettore piuttosto che dal punto di vista del motore di ricerca.

Il modo migliore per attrarre link è pubblicare contenuti meritevoli di link a cui altre persone vorrebbero collegarsi.

Se i collegamenti naturali sono quelli che ho appena descritto sopra, a quale categoria appartengono tutti gli altri collegamenti?

Appartengono alla categoria dei collegamenti artificiali e adottando tali tecniche aumenti il ​​rischio di ottenere una sanzione manuale o algoritmica da parte di Google.

Il blog degli ospiti è un modo valido per creare collegamenti?

La pubblicazione degli ospiti può essere un modo valido per recuperare i collegamenti al tuo sito Web, purché tu non lo faccia solo per i collegamenti e non esagerare. Puoi leggere questi 2 articoli per avere un quadro completo di quando accettare i post degli ospiti sul tuo blog e quando pubblicare i post degli ospiti su altri blog .

Social media marketing

Il social media marketing fa parte del “SEO off-site” e se ci pensate, è anche una forma di link building. Va notato che quasi tutti i collegamenti che si ottengono dai siti di social media sono “nofollow”, ma ciò non significa che non abbiano alcun valore.

Le menzioni sui social media stanno guadagnando terreno poiché anche i fattori di classificazione e la corretta configurazione dei profili dei social media possono aumentare la SEO.

Menzioni del marchio

Google ama i marchi e preferisce classificare i siti Web di marca in cima ai risultati. Il motivo è lo stesso spiegato sopra su Competenza, autorità e affidabilità. I marchi sono più affidabili e probabilmente affidabili dagli utenti e questo si traduce in un’esperienza utente migliore e utenti Google più felici.

La differenza tra menzioni del marchio, costruzione di link e marketing sui social media è che le citazioni del marchio non hanno necessariamente un link che rimanda al tuo sito web. Può essere menzioni del tuo marchio in forum, articoli, recensioni o reti di social media.

I crawler di Google possono “raccogliere” questi segnali e valutarli di conseguenza per creare un quadro più accurato di come il tuo marchio viene percepito da altre persone.

Come parte della tua strategia SEO off-page, dovresti perseguire qualsiasi menzione positiva del tuo sito Web, dei prodotti o degli autori e assicurarti di rispondere a commenti negativi o fuorvianti.

Conclusione

Il SEO off-page è importante quanto il SEO in loco. Se vuoi che le tue campagne SEO abbiano successo, devi fare entrambe le cose.

Quando pensi alla costruzione di link non prendi la strada facile, ma cerca di ottenere link da luoghi difficili da ottenere. Più è difficile ottenere un collegamento, più valore ha.

In passato, si potevano facilmente ottenere migliaia di collegamenti e classificarsi più in alto, ma al giorno d’oggi è necessario fare di più. Il mio consiglio è di dimenticare la creazione di link tutti insieme e mettere tutti i vostri sforzi per creare un sito Web eccezionale, promuoverlo correttamente e tutto il resto seguirà.

Hai bisogno di un partner al tuo fianco per digitalizzare il tuo Business ?

La nostra web Agency, oltre a realizzare siti web, offre la gestione di Ottimizzazione SEO, Google My Business e la Manutenzione di Siti Web.


Abbiamo raccolto 795 richieste di aiuto nell'ultimo anno.


Compila il Modulo qui accanto per essere ricontattato da un nostro esperto

Di quale servizio hai bisongo?






Altri articoli che potrebbero interessarti :
25th Nov, 20 Ottimizzazione SEO, Siti Web

Che cos’è Google My Business?

Google My Business è uno strumento offerto da google che ti consente di creare una scheda per la tua attività…

22nd Nov, 20 Ottimizzazione SEO, Siti Web

Come ottimizzare la scheda di Google My Business?

Utilizza questa guida per capire come funziona la tua scheda Google My Business e verificare che sia corretta, che ogni…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *