• Blog
  • Marketing di affiliazione: cos’è

Marketing di affiliazione: cos’è

Condividi I'articolo

Aumentare le entrate passive, senza dover lavorare, è il sogno di tutti. In teoria, basterebbe aggiungere alcuni link di affiliazione e il gioco è fatto.

Molti blogger guadagnano in questo modo, ma il blog non è l’unica opzione disponibile. Si possono utilizzare E-mail, micrositi o video. E queste sono solo alcune idee.

Teoricamente con il marketing di affiliazione si potrebbe riuscire a guadagnare molto e quindi usarlo come entrata principale, ma se al momento non guadagni molto con questo metodo, puoi sempre migliorare.

In breve, il marketing di affiliazione è il processo di guadagno in commissioni, ogni volta che pubblicizzi un prodotto, un servizio e convinci qualcuno a comprare qualcosa. Verrai pagato in commissioni in relazione alle vendite, quindi più persone convinci a comprare il prodotto, più guadagnerai.

L’dea di guadagnare senza dover aprire un’azienda, immagazzinare e spedire un prodotto, sembra il sogno di tutti.

Cos’è il marketing di affliliazione

Il marketing di affiliazione, noto anche come affiliazione in Italia, è un accordo commerciale nel settore del marketing tra un inserzionista (un’azienda che intende vendere il proprio servizio o prodotto) e un affiliato (una persona che pubblicizza il servizio o il prodotto dell’inserzionista). Probabilmente ti sarà capitato di trovare in un post o su un sito web “link affiliato” o “post sponsorizzato”, adesso sai di cosa di tratta.

Se invece non hai ancora ben capito di cosa si tratta, continua a leggere.

Ci sono delle piattaforme di affiliazione, che offrono un servizio imparziale. Ovvero, verificano che il contratto sia vantaggioso per ambo le parti. Quindi, se vuoi intraprendere questo percorso, la prima cosa che devi fare è trovare la piattaforma di affiliazione che ti interessa, in base ai servizi che offre.

Dopo aver scelto la piattaforma che più ti interessa, inizia a creare dei contenuti, aggiungendo i link personalizzati offerti dal programma. Questi link univoci verificano quante persone hanno effettuato un acquisto tramite te e ti arriverà una commissione per ogni vendita.

Potresti anche scegliere di lavorare direttamente con delle aziende e quindi sponsorizzare i loro prodotti e/o servizi. Dopo che ti sarà approvata la richiesta per lavorare come affiliato, potrai procedere ad inserire il link dove preferisci: se raggiungi più persone su Instagram, allora sarà più conveniente inserirlo nella bio, ma va bene anche per e-mail, nel tuo sito web, in qualsiasi social media e in qualsiasi piattaforma in cui si possono inserire link.

La piattaforma che sceglierai, ti manderà i soldi guadagnati una volta che avrai raggiunto un minimo richiesto. I metodi di pagamento possono variare, ma solitamente includono le modalità più utilizzate, ovvero Paypal, bonifici bancari e assegni.

Adesso proveremo ad analizzare con più attenzione le parti di un sistema di affiliazione.

L’azienda (o advertiser)

L’azienda, conosciuta anche come creatore, venditore, brand, rivenditore o venditore, è la parte che si occupa della creazione del prodotto. L’azienda può essere più o meno conosciuta.

Oltre l’azienda, la parte che si occupa della creazione del prodotto, può essere un’unica persona. L’unica cosa che non può mancare è il prodotto.

L’affiliato

Il lavoro dell’affiliato è di portare clienti sul sito dell’azienda. L’affiliato viene anche chiamato publisher. I guadagni dell’affiliato dipendono da quanti acquisti effettueranno i clienti, quindi potrà guadagnare da poche centinaia a migliaia di dollari.

L’affiliato si lega al marketing proprio perché il suo lavoro è esclusivamente quello di pubblicizzare i servizi o prodotti dell’azienda con cui collabora. La pubblicizzazione può avvenire con diverse modalità:

  • Blog di recensione del prodotto
  • Sito dedicato al prodotto
  • Social media
  • E-mail
  • Newsletter

Il cliente

Il cliente è colui che rende possibile tutto il sistema. Senza cliente non ci sono vendite, quindi né l’affiliato, né l’azienda guadagnerebbero. L’affiliato si occuperà di raggiungere digitalmente il cliente.

Il cliente dovrà essere informato del fatto che sta acquistando attraverso un sistema di affiliazione. Quindi, è bene inserire un disclaimer che informerà il cliente, in modo che possa fare una scelta consapevole.

Al cliente in realtà non cambia nulla, il prezzo del prodotto sarà uguale, sia che lo compra dal sito originale, sia attraverso un link di affiliazione.

La piattaforma di affiliazione

Il ruolo della piattaforma di affiliazione è quello di arbitro terzo tra l’advertiser e l’affiliato. La piattaforma può essere considerata più o meno importante, a seconda del valore che gli viene dato.

Un’altra cosa che potrebbe esserti utile è utilizzare una rete ufficiale per il pagamento e la consegna del prodotto, come ClickBank o Commission Junction, che renderanno il servizio di affiliazione più serio.

Il valore dato alla piattaforma di affiliazione varia perché teoricamente potresti non averne bisogno e comunicare direttamente con l’azienda. Ma spesso gli affiliati devono passare attraverso una piattaforma di affiliazione, anche solo per poter promuovere il prodotto. Questo avviene quando l’azienda offre la possibilità di lavorare come affiliato solo attraverso una piattaforma.

La rete di affiliazione ti servirà quindi anche per trovare possibili prodotti da sponsorizzare, se non ne hai già in mente qualcuno.

Una delle piattaforme di affiliazione più conosciuta è quella di Amazon.

Il Programma Affiliazione di Amazon è un’iniziativa di marketing che permette, a chi possiede un sito Web, un Blog o una pagina social, di sponsorizzare i prodotti venduti nella loro piattaforma.

Tutti possono iscriversi al programma di affiliazione di Amazon e generale un link univoco. Se qualcuno acquista tramite il tuo link. guadagnerai una piccola commissione. Amazon paga agli affiliati il 10% del costo del prodotto, per quanto riguarda l’abbigliamento, questo vale fino a 250 articoli venduti al mese. Al superamento di tale soglia, la percentuale sale al 12% se si effettuano acquisti diretti.

Adesso che hai capito come funziona l’affiliazione, ti basta scegliere se vuoi far sponsorizzare un tuo prodotto a terzi o se vuoi essere tu a sponsorizzare e guadagnare sulle commissioni di vendita.

Sebbene teoricamente sembra tutto semplice, in realtà riuscire a creare un gruppo di clienti fidati che accettano i tuoi consigli e comprano attraverso i tuoi link non è facile. Tuttavia, con alcuni consigli potresti riuscire anche tu a lavorare con l’affiliazione, sia come advertiser che come affiliato.

Come vendere i tuoi prodotti con un affiliato

Se hai scelto di avviare un’azienda e far vendere i tuoi prodotti ad un affiliato, la prima cosa che devi fare è avere un’idea di prodotto. Puoi creare un prodotto seguendo le tendenze e cercando di capire cosa si vende più facilmente.

Successivamente dovrai validare la tua idea. Vai avanti con la creazione di un prodotto solo se hai fatto un’analisi di mercato e sai che è facile da vendere.

Dopo aver fatto l’analisi di mercato, se il prodotto che hai in mente si vende facilmente, procedi a crearlo. Se non vuoi rischiere di investire troppo capitale per un’idea che potrebbe fallire, il mio suggerimento è quello di creare prodotti digitali, perché richiedono meno tempo e pochi investimenti.

Dopo che avrai fatto tutto, puoi iniziare a cercare affiliati con cui lavorare. A questo punto potresti aver bisogno di programmi di affiliazione.

Primo passo: Avere un’idea che funzioni con il mercato di affiliazione

Se vuoi iniziare a lavorare con un’attività di affiliazione, devi valutare cosa vende e cosa no.

Non devi inventare nulla di nuovo, soprattutto all’inizio. Guarda i prodotti e i servizi presenti nel mercato e pensa a migliorare quelli, portando la clientela a volere il servizio migliorato.

Non inventare nulla non significa che devi scegliere un prodotto che non ti piace, scegli la cosa che ti appassiona di più.

Puoi anche cercare un prodotto che tu stesso useresti, a seconda del lavoro che fai. Se lavori in cucina, ad esempio, potresti pensare a degli utensili.

Trova il prodotto che fa a caso tuo e leggi le recensioni di quelli già esistenti del mercato. Se i clienti si lamentano del peso, prova a farlo più leggero, se richiedono più colori, prova ad offrire il prodotto in più varianti e così via.

Un altro strumento che puoi utilizzare per trovare il prodotto che fa a caso tuo si chiama Buzzsumo, che ti mostra cos’è popolare in base alle condivisioni sui social. Anche se il risultato ti sembrerà strano, verifica su YouTube e vedrai che sarà effettivamente vero. Quindi segui quell’idea, se fa al caso tuo.

Secondo passo: Valida la tua idea

Prima di investire tempo e denaro in un’idea, verifica che sia effettivamente possibile guadagnarci.

Come?

Ti basta chiedere alle persone di pagarti per quel servizio o prodotto.

Come trovare le persone è semplice, prendi l’URL di uno dei post che trovi su Buzzsumo e inseriscilo in uno strumento come Keyhole.

Keyhole è un tracker di hashtag e di profili in tempo reale per Twitter, Instagram, Facebook e Youtube. Ti fornisce l’elenco delle persone che hanno parlato del prodotto.

Puoi parlare con le persone che hanno parlato del prodotto e chiedi se comprerebbero il prodotto che TU offri, non solo se gli piace l’idea. Chiunque dirà che gli piace qualcosa solo per essere gentile.

Nel caso in cui ti dicano che acquisterebbero il prodotto, chiedi che lo facciano. Dire che acquisterebbero il prodotto, non significa che sarebbero effettivamente disposti a farlo.

Quando le persone sono effettivamente disposte ad acquistare, proponi di inserirli in una lista di pre-ordine e che inizierai a costruire il prodotto dopo aver raggiunto un tot di pre ordini.

Una volta superata effettivamente la soldi, inizia a creare il prodotto.

Terzo passo: Crea il prodotto

Prima di creare un prodotto, dovrai studiare. Cerca su internet guide su come approcciarti alla creazione di un prodotto e solo dopo che ti sentirai effettivamente pronto, potrai iniziare.

Se è la primissima volta che crei un prodotto, considera i prodotti digitali. La creazione di prodotti digitali è più semplice e richiede solamente un piccolo investimento finanziario. Probabilmente dovrai acquistare un software.

Una volta creato il prodotto e creato una lista di pre-ordine, è il momento di aprire la rete di affiliazione.

Quarto passo: trova partner per il programma di affiliazione

Questa è la parte più facile.

Con strumenti come Gumroad o Digital Product Delivery, puoi trovare facilmente affiliati e permettergli di guadagnare con le commissioni sul tuo prodotto.

Un altro strumento che dovresti tenere in considerazione è Everflow. Ti aiuta non sono a trovare affiliati, ma anche ad ottimizzare e strutturare le campagne di affiliazione, gestire e monitorare le entrare e le spese, gestire e tracciare le prestazioni e migliorare le campagne e il prodotto in base ai feedback, gestire le campagne e assegnare obiettivi.

Dopo aver trovare la piattaforma che preferisci, viene la parte più difficile. Cercare i clienti che siano interessati ad acquistare il tuo prodotto.

Se hai scelto un prodotto già esistente sul mercato, valuta l’idea di collaborare con aziende che vendono o stesso prodotto. Collaborare potrebbe essere la soluzione per iniziare a guadagnare.

Le vendite dipenderanno dal tuo prodotto, quindi se il tuo prodotto è difficilmente reperibile altrove, è più probabile che si venderà con facilità. Se il tuo prodotto è di nicchia, è anche più probabile che altre aziende scelgano di collaborare con te.

Puoi inviare un’e-mail per vedere se sono interessati ad una collaborazione e l’eventuale spartizione dei ricavi.

Le commissioni di affiliazione del 50% o più sono molto comuni con i prodotti digitali, perché non ci sono costi di replica. Non puntare ad avere più del 50% perché le aziende potrebbero rifiutare la collaborazione.

Prova a trovare un’azienda con cui collaborare e inizia subito. Puoi regolare le commissioni e i dettagli in seguito, l’importante è iniziare. In alternativa, se hai bisogno di aiuto per iniziare, puoi sempre collaborare con un’agenzia di marketing di affiliazione.

O, se tutto questo non fa per te, puoi provare a diventare tu un affiliato.

Come diventare un affiliato

Prima di diventare un affiliato, ci sono alcuni passi da fare.

Innanzitutto devi iniziare a recensire i prodotti con i tuoi follower (che si tratti di YouTube, Instagram o un blog è indifferente).

Poi la cosa migliore da fare è creare una lista con delle e-mail, in modo che non devi sperare che i tuoi follower trovano per caso il post o il video.

Utilizza i webinar di Joint Venture per iniziare a vendere in poco tempo e iniziando a guadagnare. In questo modo farai anche crescere il numero di iscritti e creerai nuovi contenuti.

Infine, dopo che avrai già iniziato a guadagnare, puoi espandere i tuoi guadagni con la pubblicità Pay per Click.

Primo passo: inizia a recensire i prodotti

È più facile iniziare come affiliato perché si saltano le fasi di “avere un’idea” e “creare un’idea”, che servono per aprire un’azienda.

Giornalmente consigliamo e utilizziamo prodotti gratuitamente, quindi perché non continuare a farlo guadagnando?

Leggi il quarto passo di “Come vendere i tuoi prodotti con un affiliato” perché ti sarà utile.

Puoi recensire qualsiasi prodotto, anche quelli che ti sembrano più strani.

Se hai una passione, prova a recensire qualcosa connesso a quella. Ad esempio, se ti piace leggere, inizia a recensire libri.

Qualsiasi cosa tu scelga di recensire, recensisci in maniera chiara e onesta. Se recensisci tanto per farlo, le persone lo capiranno e smetteranno di leggerti/guardarti e quindi di farti guadagnare.

Il marketing di affiliazione coinvolto è più redditizio, perché essenso veramente appassionato in quello che recensisci, le persone saranno più interessate a sapere cosa hai da dire a riguardo. Se non hai idea di cosa stai recensendo, i guadagni diminuiranno.

Quando scrivi le recensioni, puoi usare un link di affiliazione che riporta a quel prodotto. Questo è il primo passo per iniziare a farti conoscere e creare un rapporto di fiducia con i tuoi follower.

Se recensisci un prodotto Amazon, iscriviti ad Amazon Associates per ottenere il tuo link univoco del prodotto.

Vai nella pagina del prodotto e clicca su “Condividi link affiliato”. Grazie a questo link, se le persone lo useranno per acquistare il prodotto, tu guadagnerai una commissione.

Tuttavia, inserire i link di affiliazione nelle recensione, potrebbe non costituire un’entrata consistente. Se riesci a contattare il tuo pubblico in maniera diretta, è più probabile che vedrà il link e comprerà il prodotto.

Quindi continua a leggere per il secondo passo.

Secondo passo: Crea una lista di E-mail

Anche se i social media sono piattaforme accattivanti, non dimenticare che le e-mail sono uno dei migliori canali per il marketing.

Puoi usare alcuni strumenti per raccogliere le e-mail dei visitatori del tuo sito web. Uno di questi è Hello Bar.

Hello Bar è uno strumento eccezionale per la creazione di pop-up , ti aiuterà ad aumentare velocemente gli iscritti alla newsletter e non solo.

Quando le persone cliccheranno sull’offerta da te proposta attraverso Hello Bar, gli sarà chiesto di inserire l’e-mail per ottenere qualcosa. L’importante è non rendere i pop-up troppo invadenti.

Dato che il tuo prodotto è una cosa specifica, non ti serviranno molte e-mail, perché le persone, non trovandolo altrove, si rivolgeranno a te e al tuo sito.

Anche con meno di 500 clienti potete guadagnare abbastanza bene.

L’importante è che continui a ricordare ai clienti il tuo prodotto, almeno una volta a settimana. Non inviare e-mail solo per invitare a comprare, ma offri spunti e suggerimenti di utilizzo del prodotto o richiedi recensioni per migliorare.

Chiedendo le recensioni o feedback, le persone sanno che sei interessato alla loro opinione e si ricorderanno del tuo prodotto e, presumibilmente, lo consiglieranno ad altri.

Terzo passo: Fai dei webinar per far conoscere il prodotto

I webinar sono un ottimo alleato per le vendite online. Se vuoi fare un nuovo acquisto, tra il leggere una recensione o il vedere un video dettagliato, sicuramente sceglieresti il secondo. Soprattutto se si tratta di spese consistenti.

Puoi usare alcuni strumenti per far iscrivere più persone al webinar, come ad esempio LeadPages.

Ancora una volta i social media sono un ottimo alleato, quindi sfruttali per far sapere alle persone che offrirai un webinar.

I webinar sono un ottimo modo per mostrare un nuovo prodotto, rispondere alle domande e convincere le persone ad acquistare il tuo prodotto. Con un webinar puoi:

  • Mostrare le caratteristiche del prodotto
  • Mostrare come usare il prodotto
  • Mostrare i vantaggi e gli svantaggi del prodotto
  • Raccontare come usi il prodotto
  • Aiutare il pubblico a sfruttare al meglio il prodotto

Una persona che prima di vedere il webinar era indecisa, potrebbe convincersi ad acquistare il prodotto.

Inserisci sempre il tuo link di affiliazione alla fine del webinar, in modo che le persone che si saranno convinte ad acquistare il prodotto, lo faranno tramite il tuo link.

In questo modo, le persone non si sentiranno obbligate a comprare il prodotto e, da rilassate, potrebbero essere più propense acquistarlo.

Se gli iscritti al webinar sono un bel gruppetto, puoi parlare con l’azienda che produce il prodotto e offrire un’offerta esclusiva per incentivare le persone ad acquistare il prodotto.

Quarto passo: Aumenta i guadagni con la pubblicità PPC

Una volta che la tua attività di marketing di affiliazione inizia a crescere, puoi iniziare a pensare alla pubblicità a pagamento. Investire in pubblicità è un ottimo modo per far iscrivere le persone al tuo webinar, far crescere la tua lista di e-mail e vendere e guadagnare di più.

Nella pubblicità a pagamento inserisci delle parole chiavi, che possono essere facilmente collegabili con te.

Puoi scegliere di indirizzare solo le persone che stanno cercando di trovare una recensione del tuo prodotto, ma in linea di massima faresti meglio a migliorare la tua SEO.

La percentuale di persone che acquistano direttamente dal tuo link dopo aver letto una recensione è naturalmente bassa, quindi se le recensioni sono la tua unica fonte di guadagno online, otterrai solo pochi dollari o addirittura centesimi da ogni vendita, quindi non avrai molti soldi per le pubblicità a pagamento.

Per questo motivo dovresti puntare ad espandere la tua lista di e-mail e offrire webinar per far conoscere il prodotto e incrementare le vendite.

Guadagnerai di più se: le persone inserite nella tua lista di e-mail sono molte e se queste parteciperanno ai tuoi webinar e acquisteranno il tuo prodotto.

Puoi anche automatizzare l’e-mail per incoraggiarli ogni tanto all’acquisto. Se hai deciso di fare un webinar, manda via via che arriva il giorno delle e-mail in cui spieghi cos’è un webinar, i suoi benefici, le piattaforme che si possono usare e così via.

Con questa strategia più persone si interesseranno al tuo corso e potrai convincere le persone ad acquistare il tuo prodotto.

Una volta che avrai implementato tutto quello che ti ho spiegato, i tuoi guadagni saliranno alle stelle.

Sfrutta il marketing di affiliazione

Oltre alle modalità tradizionali di promozione dei link di marketing di affiliazione, negli ultimi anni sono emerse nuove tendenze. Continua a leggere per scoprire quali sono queste tendenze e se fanno al caso tuo.

Influencer

Avrai sicuramente sentito parlare degli influencer, volti conosciuti grazie ai social media e piattaforme come YouTube. Tra la classicifa degli influencer più famosi spiccano Kylie Jenner, Chiara Ferragni e Camila Coelho.

Sebbene i brand spesso pagano gli influencer per promuovere i loro prodotti, per loro è più conveniente anche condividere il link di affiliazione con i loro follower in cambio di commissioni.

Se hai un’azienda e i tuoi clienti sono fedeli, prendi in considerazione l’idea di diventare influencer.

Instagram è la piattaforma più adatta per iniziare con la carriera di influencer, perché ti permette di:

  • Taggare il brand quando pubblicizzi un prodotto
  • Aggiungere i link di affiliazione nella tua bio
  • Utilizzare le storie e IGTV per promuovere i prodotti
  • Creare confronti e guide per uno o più prodotti

Quando aggiungi i link, spingi i tuoi follower ad aprire la pagina, in modo che il brand veda che tante persone hanno visitato la sua pagina grazie a te.

Non sponsorizzare prodotti che non ti piacciono, sii sempre coerente e ricordati di non esagerare con il chiedere di acquistare prodotti ai tuoi follower.

Bloggare

Il marketing di affiliazione è spesso l’unica scelta per i blogger che vogliono monetizzare i contenuti.

Il blogger è colui che pubblica con costanza contenuti specifici su una piattaforma e rivolti ad una nicchia.

Questo tipo di programma di affiliazione funziona bene con le aziende di nicchia, più piccole sono, meglio è.

Per monetizzare il tuo blog aggiungi i link di affiliazione direttamente nei post, aggiungi video clip e pop-up. Sfrutta anche le e-mail per codividere i tuoi link.

Anche qui vale la regola di non esagerare. Non esagerate con le e-mail o con le sponsorizzazioni. Ti faranno perdere credibilità.

Quindi non concentrati esclusivamente a vendere, ma anche a creare un rapporto di fiducia e credibilità con il tuo pubblico.

Link affiliazione

Dopo esserti iscritto alla piattaforma di affiliazione che più ti interessa, ti verrà dato un link univoco, noto come referral link. Grazie a questi link univoci le aziende verificano quante persone hanno effettuato un acquisto tramite te e ti arriverà una commissione per ogni vendita.

I link di affiliazione sono principalmente utilizzati da influencer, persone che hanno un blog con una newsletter ecc, ma è possibile utilizzarli per guagnare anche per:

Le recensioni/tutorial
Le pagine di risorse
Alcuni forum
Banner e contenuti video
Post di blog

Per qualsiasi cosa vuoi utilizzarli, ricordati di metterli in un punto in cui i tuoi follower possano trovarlo facilmente.

Se vuoi inviare il link a nuovi iscritti, prova ad acquistare la loro fiducia prima. Sui social media non è considerato di buon gusto inviare il link di affiliazione direttamente in chat, ma puoi condivere un post che include il link nella descrizione dell’immagine.

Un ultimo consiglio: non dimenticare le norme per la creazione di buoni contenuti. Prima delle vendite devi pensare a creare buoni contenuti.

Micrositi

Un microsito è una sottopagina che ha un URL diverso dalla pagina principale e fornisce maggiori informazioni o pubblicizza qualcosa che vediamo sul sito stesso. Può essere formato da una o più pagine.

I micrositi vengono utilizzati dai brand per mettere in evidenza una determinata cosa. Potrebbe essere un singolo evento, un prodotto, un contenuto del brand ecc. I micrositi sono utilizzati praticamente da tutti, dalle aziende agli affiliati.

L’idoneità di un microsito dipende da diversi fattori, quali:

  • Ruolo nel percorso del cliente.
  • Se hai bisogno di salvare il sito per molto tempo.
  • Durante il test di campagne o parole chiave.
  • Se sei un affiliato che vuole dedicarsi ad una nicchia specifica.

Per aumentare le possibilità che il tuo microsito faccia espandere il tuo sito originale puoi:

  • Scrivere contenuti multimediali dettagliati.
  • Enfatizzare le caratteristiche e vantaggi in modo che i visitatori possano leggere i tuoi contenuti immediatamente.
  • Includere contenuti multimediali, come i video, in base alle preferenze dei visitatori.
  • Aggiungere le recensioni di prodotti che hai provato e testato e sii onesto.
  • Usare una combinazione di prodotti di diversi programmi di affiliazione per guadagnare di più. Avere una scelta di prodotti per tutte le fasce di prezzo.

Social media

Anniamo già detto che i social media giocano un ruolo essenziale per pubblicizzare i link di affiliazione e guadagnare. Controlla le linee guida di ciascun social media e puoi iniziare a condivere i tuoi link di affilazione su Instagram, Facebook e così via.

Nei social media puoi condivere i link in diversi modi: puoi scegliere di allegare il link nella tua pagina personale, nei gruppi, creare dei post appositi, nelle storie ecc. Scegli tu cosa fa più al caso tuo.

Mailing list 

Una mailing list non è altro che una raccolta di indirizzi email che riceveranno le e-mail che manderai.

Gli esperti di marketing creano elenchi di e-mail dei loro utenti registrati utilizzando servizi come MailChimp, AWeber o servizi simili. Di solito offrono incentivi per l’iscrizione come formazione gratuita, modelli o un e-book.

Con le mailing list guadagnerai ogni qual volta che un iscritto clicca sul link ed effettua un acquisto.

Questo metodo è utile se hai già un elenco o se offri servizi digitali. Sono efficaci per aumentare la clientela anche le offerte a tempo limitato o esclusive (ad esempio solo se si partecipa ad un webinar).

Creare video

Creare video dovrebbe essere in cima alla lista di priorità. Ti basta vedere quanti utenti usano YouTube giornalmente, per capire che è una risorsa da sfruttare al meglio.

Se non hai YouTube, puoi usare Facebook, Instagram o TikTok.

I video sono immediati, per questo sono apprezzati da tutti. Non richiedono impegni particolari e con un video i clienti possono valutare meglio l’acquisto di un prodotto.

Fare un video infonde fiducia nei tuoi clienti, per questo prova ad utilizzare questo metodo e vedine i risultati.

Errori e strategie di affiliazione da evitare

Per quanto facili possano sembrare, si può sbagliare anche con i link di affiliazione.

Anche i link di affiliazione sono soggetti a truffe, ma le cose fondamendali a cui prestare attenzione ed evitare di fare sono:

Creare contenuti di bassa qualità: Questa è una regola generale e vale un po’ per tutto. Se crei contenuti tanto per, di fretta o senza prestare attenzione, nessuno comprererà con i tuoi link.

Utilizzare un approccio aggressivo: Non forzare il tuo pubblico ad acquistare, alla lunga si stancherà e smetterà di ascoltarti. Concentrati sull’istaurare un buon rapporto prima di pensare alle vendite.

Non verificare la legittimità dei prodotti: Attento sempre a cosa vuoi sponsorizzare, informati sul brand e sul prodotto. Se effettivamente fa quello che promette e se vale la pena consigliarlo.

Ingannare gli acquirenti: Ovviamente non ci sarebbe bisogno nemmeno di dirlo, ma ingannare i clienti potrebbe funzionare un’unica volta, poi perderesti tutta la tua clientela. La tua repuzione deve essere la tua priorità numero 1.

Come monitorare il successo dell’affiliazione

Controlla i dati. Ci sono vari modi per monitorare i dati, a seconda della piattaforma che avete scelto. Anche gli affiliati che utilizzano programmi pubblicitari come Google, Facebook o Amazon possono utilizzare le dashboard per monitorare tutte le statistiche.

Puoi scaricare degli strumenti di marketing che ti aiutano a monitorare le prestazioni e raccolgono dati sulla competizione.

Ecco le principali metriche di affiliazione a cui dovresti prestare più attenzione:

  • Click-through rate
  • ROI
  • Tassi di conversione
  • Vendite nette mensili
  • Entrate complessive

Queste metriche ti diranno quanto spesso le persone cliccano sui tuoi link e quanto spesso acquistano. Il click-through rate, ad esempio, è un tasso che misura l’efficacia di una campagna pubblicitaria on-line. 

Come scegliere la giusta strategia di marketing di affiliazione

Come tutto, anche il marketing di affiliazione sembra teoricamente facile, ma in realtà tutto dipenderà dalle tue capacità di sponsorizzazione. Ci sono diverse strategie da tenere presente, quindi prima di iniziare poniti le giuste domande:

Le domande legate al tuo pubblico: Frequentano i social media? Iforum? Cercano risposte su Google?

Le domande legate al contenuto: Che cosa spinge al mio pubblico a cliccare per saperne di più o per comprare un prodotto?

Le domande legate alle offerte: Si tratta di omaggi? Concorsi? Sconti? Le offerte giuste possono fare la differenza.

Confronta semprei tuoi risultati e crea la miglior strategia che fa al caso tuo.

FAQ

Come trovo un partner di marketing di affiliazione?

Inizia dalle piattaforme di affiliazione. Confronta i prodotti, le commisioni e i metodi di pagamento. Oppure cerca il prodotto che ti piace e vedi se l’azienda offre programmi di affiliazione.

Come posso iniziare con il marketing di affiliazione da zero?

Innanzitutto devi iniziare a recensire i prodotti con i tuoi follower (che si tratti di YouTube, Instagram o un blog è indifferente) e scegli la piattaforma di affiliazione che vuoi usare.

Poi la cosa migliore da fare è creare una lista con delle e-mail, in modo che non devi sperare che i tuoi follower trovano per caso il post o il video.

Utilizza i webinar di Joint Venture per iniziare a vendere in poco tempo e iniziando a guadagnare. In questo modo farai anche crescere il numero di iscritti e creerai nuovi contenuti.

Infine, dopo che avrai già iniziato a guadagnare, puoi espandere i tuoi guadagni con la pubblicità Pay per Click.

Cos’è il marketing di affiliazione?

Il marketing di affiliazione, noto anche come affiliazione in Italia, è un accordo commerciale nel settore del marketing tra un inserzionista (un’azienda che intende vendere il proprio servizio o prodotto) e un affiliato (una persona che pubblicizza il servizio o il prodotto dell’inserzionista). L’affiliato, dopo che i clienti avranno acquistato tramite il suo link, guadagnerà una commissione.

Quanto si può guadagnare come affiliato?

Dipende da tante cose, dal prodotto, dalla clientela e dalle tue abilità di sponsorizzazione. In media gli affiliati di basso livello guadagnano da 0 € fino a 300 € al giorno, gli affiliati intermedi da 300 € fino a 3000 € al giorno e gli affiliati di alto livello oltre 3000 € al giorno.

Conclusione

Il marketing di affiliazione è un modo moderno per monetizzare i tuoi contenuti e iniziare a guadagnare online.

Con il passare degli anni, anche il marketing di affiliazione si è evoluto. Se prima l’unico modo per condividere i link di affiliazione era attraverso i blog o le e-mail, oggi i social media caratterizzano un vantaggio notevole.

Qualunque sia il metodo scelto, assicurati che i prodotti pubblicizzati siano rilevanti per il tuo pubblico, ma anche per te stesso. La tua reputazione va sempre al primo posto in questo settore.

Matteo Di Castro

Esperto di marketing digitale specializzato in ottimizzazione per i motori di ricerca (SEO). Con oltre 8 anni di esperienza nell'industria digitale come Webmaster e Specialist SEO, ha lavorato con numerose piccole e medie imprese per migliorare la loro presenza online, attraverso strategie di visibilità su misura. Appassionato del mondo dell'innovazione e costantemente aggiornato sulle ultime tendenze e tecnologie nel campo del marketing digital

Condividi I'articolo

Lascia un commento

Post popolari:

Esempi di recensioni positive: Idee da copiare e incollare

Come rispondere alle recensioni di Google (con esempi)

Relevant topics:

Rimani aggiornato con importanti novità!

    * Yes, I agree to the terms and privacy policy