5 consigli per migliorare il tuo sito web aziendale | Web Agency Roma | Consulente SEO | Prisma Solution

5 consigli per migliorare il tuo sito web aziendale

  • Condividi:

Il tuo sito web è uno dei protagonisti indiscussi della tua strategia di marketing. Non è soltanto il “luogo” verso cui indirizzi il traffico dei tuoi utenti, ma anche una risorsa importante per i tuoi potenziali clienti e per il team di vendita. E, se gestito davvero bene, può diventare anche una fonte inesauribile di lead

Insomma, un sito web aziendale è lo strumento perfetto per farsi conoscere in Rete ed ampliare la propria clientela, andando così a raggiungere importanti obiettivi di business. Ma se davvero ci tieni a riscuotere tanto successo, devi prima rendere il tuo sito performante. Ecco allora cinque consigli utili per migliorare il tuo sito B2B

Come migliorare il sito web aziendale: 5 suggerimenti utili

1. Aggiungi contenuti nuovi

Aggiungere nuovi contenuti al sito è di fondamentale importanza non solo per condividere informazioni con gli utenti, ma anche per incrementare il traffico. Come sai, Google tende a premiare i siti che pubblicano contenuti frequentemente, permettendogli così di guadagnarsi una buona posizione nella SERP. E se ben ottimizzati in ottica SEO, questi ti permettono di essere trovato facilmente dagli utenti attraverso i motori di ricerca.

Avere un blog aziendale è quindi essenziale. In questo modo potrai condividere con il pubblico gli ultimi aggiornamenti del settore, guide essenziali, tutorial e quant’altro. Con un solo gesto farai soddisfatti gli utenti e aggiungerai nuovi contenuti al sito web con una frequenza che spetta solo a te decidere.

Un altro modo utile per creare contenuti è quello di aggiungere nuove pagine al sito, così da promuovere nuovi servizi o prodotti. Ma qualunque sia il tuo intento, quello che conta è che tu riesca ad aggiornare quanto più spesso possibile i tuoi contenuti.

2. Usa immagini di alta qualità

Quando lavori ad un sito web aziendale, ricordati sempre di usare immagini ad alta definizione, che non vadano però ad inficiare sulla velocità di caricamento della pagina. Ricordati poi di inserire foto sia nelle sezioni dei servizi sia negli articoli di blog, così da spezzare visivamente il testo e fornire anche un contributo visivo all’argomento del contenuto.

La soluzione ideale sarebbe quella di possedere una libreria di immagini da utilizzare sul sito per prodotti, servizi e quant’altro. Certo, può non essere facile riuscire a rendere l’idea di un servizio con una foto. Ti consigliamo quindi di fare riferimento ad apposite banche di immagini (gratuite o a pagamento) dove avrai la possibilità di consultare un catalogo di foto pensate proprio per il web design.

3. Fornisci informazioni (ma raccogli contatti) 

Per ottenere un sito B2B performante, devi assicurarti di renderlo una risorsa utile per gli utenti. Questo significa che deve contenere una buona quantità di informazioni – in vari formati – per attirare, educare ed acquisire potenziali contatti.

Una volta che il sito è attivo, preoccupati allora di organizzare una libreria di contenuti informativi che gli utenti possono comodamente scaricare: case study, ebook, ricerche, FAQs, guide ai prodotti, tutorial e via dicendo. In questo modo, quando un utente andrà a scaricare il contenuto dovrà rilasciare nome e indirizzo email, così da permetterti di acquisire contatti. 

4.Dì ai visitatori cosa fare

Le call-to-action sono un elemento molto importante per un sito web aziendale, perché ti permettono di guidare l’utente nella navigazione, così da accompagnarlo alla scoperta della storia del tuo brand (e non solo). È importante, soprattutto, che ogni pagina abbia una propria CTA, a seconda dell’azione richiesta all’utente e della fase di navigazione in cui si trova.

Quando un utente arriva sulla HomePage del tuo sito, potrebbe non sapere chi sei e quali servizi hai da offrire. Ecco perché dovresti inserire proprio una call-to-action per invitare i tuoi potenziali clienti a scoprire di più su di te, visualizzare il tuo portfolio o leggere il tuo blog. In questo modo, i tuoi utenti saranno guidati al passaggio successivo, e tu sarai riuscito a catturare la loro attenzione.

5. Rendi le cose semplici

Se vuoi davvero ottimizzare un sito B2B, anzitutto poniti delle domande semplici. Il numero di telefono dell’azienda compare nella Home e in tutte le altre pagine? E si trova esattamente? Oppure, i visitatori possono trovare facilmente i miei contatti? Se la risposta a una di queste domande è no, allora forse hai un problema.

Quando un utente arriva sul tuo sito, deve trovare il modo per contattarti in tempi rapidi. Se stai lavorando sull’ottimizzazione, fai in modo che i tuoi contatti siano ben visibili. Non complicare la vita dei tuoi potenziali clienti, ma rendigliela semplice. 


scrivici

Hai bisogno di un partner al tuo fianco per digitalizzare il tuo Business ?

La nostra web Agency, oltre a realizzare siti web, offre la gestione di Ottimizzazione SEO, Google My Business e la Manutenzione di Siti Web.


Abbiamo raccolto 795 richieste di aiuto nell'ultimo anno.


Compila il Modulo qui accanto per essere ricontattato da un nostro esperto

Di quale servizio hai bisongo?






Altri articoli che potrebbero interessarti :
28th Nov, 20 Siti Web

Cos’è la Local SEO, e come funziona?

La Local SEO è una strategia di ottimizzazione dei motori di ricerca (SEO) (consulta il nostro articolo Che cos'è la SEO per ulteriori…

25th Nov, 20 Ottimizzazione SEO, Siti Web

Che cos’è Google My Business?

Google My Business è uno strumento offerto da google che ti consente di creare una scheda per la tua attività…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *